L’assemblea degli Affari costituzionali della Camera Italiana ha ascoltato la proposta di Giuseppe Tiani di acquistare generatori di cationi, alimentati a batteria e portatili, per proteggere le Forze dell’Ordine da Sars-CoV-19, il virus che causa COVID-19.

“[Questo ciondolo] genera dei cationi che praticamente inibiscono qualsiasi virus abbia segno positivo, okey?”

Giuseppe Tiani – intervenendo all’assemblea degli Affari costituzionali della Camera. Novembre 9 2020.

Tiani è segretario nazionale del Siap, il sindacato della Polizia di Stato in regione Puglia, e presidente di InnovaPuglia, un “ente” che gestisce appalti regionali (a dire del Corriere della Sera), anche se online è classificato come una SpA che fa consulenza.


Può un mini-purificatore d’aria proteggere da COVID-19?

No.

Da una parte, non è stato dimostrato che mini-collane portatili per purificatori d’aria (disponibili su Amazon) prevengano l’infezione da COVID-19, e fino ad oggi non sono stati condotti studi sulla loro efficacia.

Dall’altro lato, sebbene sistemi di filtraggio e ventilazione prevengano malattie infettive in ospedali ed edifici chiusi (vedi sotto), e l’uso di sistemi fissi di ventilazione sia raccomandato dalla CDC Americana , i dati a disposizione dicono che tale protezione sia contingente a tutta un’altra serie di parametri (difficilmente riproducibili con un ciondolo a batteria).

Presumo che quello presentato da Giuseppe Tiani sia un filtrante di tipo “ionizzatore“, un prodotto silenzioso e che consumano poca energia (quindi portatile a batteria), ma molto poco efficiente nella purificazione dell’aria.

Esempio di mini purificatore d’aria a ioni – Amazon

Cosa è un purificatore d’aria a ioni?

I purificatori d’aria a ioni generano superfici elettriche che disperdono ioni (cariche negative) nell’ambiente. Questi ioni si “attaccano” a particelle come la polvere, le quali si appesantiscono e vengono attratte elettrostaticamente da altre superfici, come il pavimento.

Da TEQOYA Air Purifier Ionizer

Quali sono i dati per la salute?

Per quanto riguarda i purificatori d’aria a ioni fissi (quelli che metti in casa), una revisione di tutti gli studi disponibili rivelò nel 2013 che non vi era un chiaro supporto per alcun ruolo benefico alla funzione respiratoria. Un’altra revisione di dati fatta più di recente (2018) ha rilevato che gli ioni negativi dell’aria siano altamente efficaci nel rimuoverne il particolato, senza specifico riferimento agli effetti sulla salute.

Purificare l’aria aiuta contro Sars-CoV-19?

Probabilmente sì, ma solo in stanze chiuse, e solo in certe condizioni.

In edifici, sistemi di ventilazione che si alimentano al 100% di aria esterna, che filtrino o disinfettino l’aria con raggi-UV, ed il cui bocchettone uscente sia direttamente “puntato” nella “zona di respirazione delle persone”, possono offrire protezione contro l’esposizione da aria contaminata.

Ancora meglio sarebbe se sistemi di ventilazione fossero abbinati a dispositivi di scarico localizzati, che migliorerebbero la capacità complessiva di mitigare l’esposizione nelle zone respiratorie, come si vede da entrambi studi sperimentali e di fluidodinamica computazionale (CFD) in ambito sanitario

Tuttavia, la considerazione che sistemi di filtraggio possano prevenire malattie non è supportata da nessun studio epidemiologico, men che meno da uno studio che in particolare modo fa riferimento a Sars-CoV-19.

I benefici effettivi di una buona ventilazione interna

La protezione garantita da un sistema di filtraggio in luogo chiuso è inoltre contingente a tutta un’altra serie di fattori che si basano sulla valutazione della progettazione della ventilazione di un edificio, ed includono i seguenti parametri:

In Conclusione

Non esiste un ciondolo che protegga da COVID-19 .


Pubblicazione Presentate da CDC a sostegno della tesi qui riportata

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.